Destinazioni,  Puglia

Alla scoperta del Salento: “lu sole, lu mare, lu jentu”.

Un viaggio on the road in Puglia alla scoperta del Salento, i Caraibi d’Italia, dove i protagonisti sono lu sule, lu mare, lu jentu (il sole, il mare, il vento).


Alla scoperta del Salento
Arco degli Innamorati, Torre Sant’Andrea

Grotta della Poesia, Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea (Costa nord orientale)

La Grotta della Poesia, a Roca Vecchia, è una delle più spettacolari piscine naturali al mondo. Ogni anno attira centinaia di turisti alla ricerca del tuffo perfetto nelle acque cristalline dalla caratteristica roccia alta circa 5 metri. La grotta in origine sotterranea si è trasformata in piscina naturale dopo lo sprofondamento del tetto, sotto l’effetto dei fenomeni carsici e dell’impetuosità del mare. Le grotte sono in realtà due, la Poesia Piccola non è resa accessibile per tutelare la storia racchiusa al suo interno, sono state infatti trovate numerose incisioni rupestri sulle sue mura. Le due grotte sono collegate da un canale che spesso viene percorso a nuoto o con delle imbarcazioni.

La baia di Torre dell’Orso è una distesa di sabbia finissima riparata da una fitta pineta e delimitata da scogliere. Alterna tratti di spiaggia libera ed attrezzata. Dalle sue limpide acque si ergono due faraglioni particolari, denominati “Le due sorelle”. Secondo una leggenda due donne ammaliate dalla bellezza di questo tratto di mare, si tuffarono nelle sue acque, annegando e furono tramutate in scogli dagli dei. La scogliera di Torre dell’Orso nasconde molte grotte, all’interno delle quali vi sono dei graffiti antichissimi in latino e greco, che rivelano testimonianze di fede dei naviganti che passavano di lì.

Torre Sant’Andrea è una baia frastagliata e ricca di grotte e formazioni rocciose che si ergono in modo armonioso dalle acque cristalline. Un paesaggio surreale, incontaminato e selvaggio in cui i bianchi faraglioni creano meravigliosi contrasti con le sfumature turchesi del mare. Di tutti i faraglioni, il più suggestivo è quello a forma di arco, detto Arco degli Innamorati, attraverso il quale si può nuotare nelle giornate di mare calmo.


Santa Cesarea Terme e Castro Marina (Costa sud orientale)

Alla scoperta del Salento
Baia di Porto Miggiano

La baia di Porto Miggiano a Santa Cesarea Terme è un vero paradiso. Un’insenatura a forma di U bagnata da acque di un turchese intenso attraverso le quali si vede limpidamente il fondale, adatto per gli amanti dello snorkeling. Per raggiungere la piccola spiaggia selvaggia bisogna percorrere una ripida scalinata di 100 scalini, ma la fatica vale la pena per tuffarsi in uno degli scorci naturali più belli del Salento.

Castro Marina presenta una costa frastagliata sulla quale si infrangono acque di un meraviglioso color azzurro. Per ammirare questo paesaggio da un altro punto di vista è consigliata una visita nel centro storico di Castro, borgo ricco di storia che offre anche numerosi scorci sul mare. Tra le varie grotte di questo tratto di costa merita assolutamente una visita la Grotta Zinzulusa, di origine carsica. Questa suggestiva grotta è esplorabile a piedi lungo un percorso di 150 metri.


Santa Maria di Leuca e Maldive del Salento (Costa sud occidentale)

Alla scoperta del Salento
Maldive del Salento

In questo viaggio alla scoperta del Salento ci spingiamo a sud fino a Santa Maria di Leuca, l’estrema punta del Salento, magico luogo d’incontro delle correnti provenienti dal Golfo di Taranto e quelle del canale d’Otranto. Tra le numerose spiagge da cartolina nelle vicinanze spicca la spiaggia di Marina di Pescoluse, anche detta “Maldive del Salento” per lo scenario caraibico del paesaggio. Una perla che si affaccia sul Mar Ionio, incastonata tra Torre Vado e Torre Pali, ogni anno meta di migliaia di turisti. Tra dune di fine sabbia bianca, sole e mare cristallino il relax è garantito.


Punta della Suina e Punta Prosciutto (Costa occidentale)

Gallipoli è da anni il centro della movida Salentina, che ogni estate richiama migliaia di giovani. Ma come le altre località del Salento offre anche varie spiagge da sogno, tra cui Punta della Suina, raggiungibile tramite un sentiero che attraversa una fitta pineta piena di gigli e ginepri. Questa spiaggia selvaggia di sabbia e rocce si tuffa in un mare particolarmente turchese e limpido. Il momento più incantevole della giornata arriva la sera con lo spettacolo del tramonto sul mare, che tinge questa splendida baia di sfumature che vanno dal rosa all’arancione.

Da non perdere poco più a nord di Gallipoli, in località Porto Cesareo, la meravigliosa spiaggia di Punta Prosciutto, con distese di sabbia bianchissima ed un mare da cartolina.


Per un tour alla scoperta del Salento autentico l’ideale è un viaggio on the road, possibilmente alloggiando in posizione centrale (per esempio nella città di Maglie) in modo da potersi spostare giornalmente in tutte le direzioni del Salento.

Potrete assistere nelle piazze delle città a spettacoli di pizzica salentina, danza popolare tradizionale con origini molto antiche.

Per finire potrete deliziare il palato con la cucina mediterranea tipica della terra salentina, con specialità come pucce, friselle e ovviamente tanto pesce fresco da gustare in riva al mare.

Please follow and like us:

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)